Montevertine  Situata nel cuore delle colline del Chianti

Agretto

Agretto

Forse non tutti voi se lo ricordano, ma fino al 2006 abbiamo proposto un aceto particolare, l’Agretto, ottenuto da uva bianca e molto apprezzato sia da chef rinomati che appassionati cuochi casalinghi. L’estinzione del nostro vigneto a bacca bianca e il contemporaneo smantellamento degli acetificatori della distilleria Nannoni che ne curava la realizzazione misero poi fine al progetto.

Durante questi anni molti nostri clienti hanno continuato però a chiedere notizie del nostro Agretto, lasciando viva in noi la voglia di riprovarci. L’occasione si è presentata un paio di anni fa, quando abbiamo conosciuto la realtà dell’Acetaia Castelli di Rio Saliceto, piccolo borgo fra Reggio Emilia e Modena. Ci siamo convinti che fosse la soluzione giusta per ricominciare e così è stato. Il Nuovo Agretto di Montevertine si badi bene non ha niente a che vedere col vecchio, innanzitutto per il suo colore. E’infatti ottenuto da mosto di Sangiovese ed è quindi rosso scuro, non giallo ambrato come il precedente. Al gusto conserva la peculiarità di un condimento agrodolce ma non troppo, con l’acidità che spicca sul resto.

Viene proposto in bottiglia da 250 ml in scatola tubolare singola, confezionato in cartone da 6 bottiglie.